Fotovoltaico

L’impianto fotovoltaico è un impianto elettrico, formato da più moduli fotovoltaici, che utilizzano l’energia solare per produrre energia elettrica sfruttando appunto l’effetto fotovoltaico, attraverso materiali sensibili alla luce solare (ad esempio il silicio).

PERCHÉ SCEGLIERE I NOSTRI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Cantone Energia effettua innanzitutto un’attenta analisi mettendo a disposizione del cliente impiantisti e tecnici specializzati per valutare, preventivamente, lo spazio a disposizione e analizzare le abitudini di consumo dell’utente, nonché l’inclinazione e orientamento del tetto e i possibili ombreggiamenti, così da progettare una soluzione personalizzata e realmente efficiente.
Offriamo, inoltre, una formula “Zero Investimenti”, con la quale l’investimento è integralmente sostenuto da Cantone Energia. Il Cliente, infatti, ripagherà l’impianto con i risparmi che esso stesso è in grado di generare, ottenendo così una copertura finanziaria ottimale. In questo modo i flussi in uscita coincideranno perfettamente con i risparmi e i rischi di recupero dell’investimento saranno azzerati.
Ciò genera molti vantaggi:

  • nessun investimento;
  • nessuna necessità di indebitamento o di capitale aggiuntivo;
  • nessun rischio del cliente per il recupero dell’investimento;
  • oneri di gestione e manutenzione a nostro carico fino al termine del pagamento;
  • aumento del valore dell’immobile;
  • miglioramento del rating.

E’ quindi prassi e interesse di Cantone Energia realizzare un impianto di elevata qualità tecnica mediante l’utilizzo di pannelli fotovoltaici realizzati in Italia dalle più importanti aziende del settore.

QUALI CLASSIFICAZIONI E TIPOLOGIE

Gli impianti fotovoltaici sono principalmente suddivisi in 2 grandi famiglie:

  • impianti “ad isola” (detti anche “stand-alone”) che non sono connessi ad alcuna rete di distribuzione, per cui sfruttano direttamente sul posto l’energia elettrica prodotta e accumulata in un accumulatore di energia (batterie);
  • impianti “connessi in rete” (detti anche grid-connected), ovvero, impianti connessi ad una rete elettrica di distribuzione già esistente e gestita da terzi, a cui è possibile vendere l’energia prodotta in surplus rispetto all’autoconsumo.