Come pulire i termosifoni: pulizia interna ed esterna dei caloriferi

Sebbene possa risultare un’operazione particolarmente noiosa, la pulizia dei termosifoni è fondamentale per garantirne il perfetto funzionamento.

Durante i mesi invernali, quando i termosifoni vengono utilizzati maggiormente è possibile mantenerli puliti più a lungo utilizzando del materiale filtrante che, se regolarmente lavato, riesce a creare una barriera tra la polvere e il termosifone, favorendone il corretto funzionamento. È opportuno ricordarsi anche di passare periodicamente un panno nella parte retrostante.

La pulizia dei termosifoni è importante anche per mantenere inalterata la salubrità dell’aria in casa, soprattutto in presenza di bambini o persone che soffrono di allergie. Prima di accenderli con regolarità, dunque, è sempre necessario pulirli a fondo, in primavera e in autunno.

Si può effettuare la pulizia dei termosifoni in maniera autonoma o rivolgendosi ad uno specialista.

Quando è necessario rivolgersi ad uno specialista?

Quando si ha poco tempo a disposizione, o quando si è particolarmente allergici alla polvere. Ci si può avvalere di un aiuto anche quando ci sono tanti termosifoni in casa, o quando i caloriferi presentano danni strutturali, ruggine o perdite.

Per pulire un termosifone bisogna innanzitutto tenere in considerazione il materiale di cui è fatto. Può essere:

  • Ghisa: i termosifoni richiedono più manutenzione e sono i più difficili da pulire;
  • Alluminio: i termosifoni, con superficie liscia, si puliscono più velocemente e richiedono meno manutenzione;
  • Metallo: anche in questo caso i termosifoni hanno la superficie liscia e sono facili da pulire.

Prima di procedere alla pulizia esterna, si effettua la pulizia interna del termosifone, per evitare che gli spruzzi di acqua sporca rovinino la superficie esterna. La pulizia interna serve anche a rimuovere eventuali bolle d’aria che ostacolano il corretto funzionamento dei termosifoni.

pulire i termosifoni

Pulizia interna del termosifone: come fare

Prima di tutto stiliamo una lista di ciò che occorre:

  • Bacinella
  • Fogli di giornale
  • Pinza o chiave per aprire la valvola

Procediamo posizionando alcuni fogli di giornale sotto lo sfiato del termosifone, poi posizioniamo la bacinella sopra i giornali, in corrispondenza dello sfiato.

Apriamo la valvola utilizzando la pinza, l’apposita chiave o semplicemente le mani e lasciamo uscire l’acqua, che sarà di colore nero o arancione.

Quando lo sfiato termina, chiudiamo la valvola.

Ora possiamo passare alla pulizia esterna, che cambia a seconda del materiale.

Come pulire i termosifoni in ghisa

Occorrente:

  • Fogli di giornale
  • Pennello con manico lungo
  • Aspirapolvere
  • Secchio o bacinella
  • Acqua calda
  • Sgrassatore
  • Spugna
  • Scovolino per bottiglie
  • Panno in cotone

Proteggiamo sempre con il giornale i mobili situati nelle vicinanze del termosifone e il pavimento sotto al termosifone. Con il pennello eliminiamo parte della polvere.

Utilizziamo l’aspirapolvere con beccuccio per aspirare tutta la polvere, iniziando dalla parte inferiore del termosifone.

Prepariamo un secchio con abbondante acqua calda e sgrassatore, imbeviamo la spugna e passiamola su tutta la superficie del termosifone.

Ripetiamo più volte l’operazione, cambiando l’acqua nel secchio fino a quando non risulterà pulita.

Nelle fessure più strette agiamo con lo scovolino per bottiglie. Riempiamo il secchio con acqua calda e pulita e sciacquiamo un’ultima volta per rimuovere tutti i residui di sgrassatore.

Infine asciughiamo utilizzando il panno in cotone.

spolverare i termosifoni

Come pulire i termosifoni di metallo o alluminio

Occorrente:

  • Panno antistatico
  • Secchio con acqua tiepida e sapone neutro
  • Spugna
  • Aspirapolvere (opzionale in caso di termosifone con elementi tubolari)
  • Panno in cotone

Utilizziamo l’aspirapolvere per eliminare la polvere in eccesso. Togliamo gli ultimi residui con l’aiuto di un panno antistatico. Con la spugna imbevuta di acqua e sapone puliamo bene tutta la superficie. E anche in questo caso asciughiamo con il panno in cotone.

pulire i termosifoni con il vaporetto

Pulizia termosifoni con il vaporetto

Un metodo pratico e veloce per pulire i termosifoni? Il vaporetto! Grazie a questo strumento si elimina lo sporco e si sanifica la struttura, evitando il formarsi di muffa e insetti.

Per pulire i termosifoni col vaporetto, basta passarlo su tutta la superficie, dopo aver rimosso la polvere col metodo classico. E per finire: un tocco di panno in cotone.

Quando decidiamo di pulire i termosifoni al termine della stagione invernale, notiamo spesso un bruttissimo alone giallo sulla superficie. Da cosa è causato?

  • Lo scorrere del tempo
  • Fumo di sigaretta
  • Calore
  • Luce del sole
  • Fumi provenienti dalla cucina
  • Sporco o grasso

Se i caloriferi continuano a funzionare, ma sono ingialliti, è necessario rimuovere la vernice vecchia con l’utilizzo della carta vetrata e passare una mano di vernice resistente al calore: i termosifoni sembreranno come nuovi!

Come eliminare le tracce di grasso sui termosifoni

Sui caloriferi che si trovano in cucina si possono formare delle macchie di unto, dovute al grasso che si deposita. Per eliminarle ci sono tre validi metodi:

  • Spray per pulire il forno
  • Miscela di bicarbonato e sodio
  • Soluzione di acqua e candeggina (ideale anche per igienizzare la superficie)

Cantone Energia, specialista nell’installazione e nel rifornimento di prodotti energetici di prima qualità, suggerisce una periodica pulizia dei termosifoni, fondamentale per il perfetto funzionamento dei caloriferi e per la sicurezza degli abitanti della casa: respira aria pulita e goditi il calore grazie ai consigli di Cantone Energia.

Lascia un commento